CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

“RE-PARTY”: Festa per la Ricerca alla notte dei Ricercatori 2009

16 set 2009 Nessun commento
la-notte-dei-ricercatori

Esperimenti, dimostrazioni, spettacoli, incontri, mostre, test scientifici, laboratori aperti e soprattutto una grande festa per conoscere da vicino i ricercatori e il mondo della scienza. Il 25 settembre 2009 avrà luogo in tutta Europa la “Notte dei ricercatori”, progetto cofinanziato dalla Commissione Europea che vede numerose città italiane ed europee impegnate ad aprire uno spazio di incontro e dialogo tra il mondo scientifico della ricerca e i cittadini.
Per il Piemonte siamo alla quarta edizione della manifestazione, che per il secondo anno vede anche la partecipazione della Valle d’Aosta. Sono sette le città coinvolte (Torino, Alessandria, Aosta, Biella, Novara, Vercelli e per il primo anno anche Cuneo) in una giornata e soprattutto una serata in cui alla scienza si unirà il divertimento, in un mix di esperimenti, giochi, dibattiti, dimostrazioni, spettacoli negli stand allestiti nelle piazze cittadine.
Con il coordinamento di Unioncamere Piemonte e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, tutti gli Atenei, Centri di Ricerca e imprese innovative del Piemonte e Valle d’Aosta contribuiranno alla realizzazione dell’evento, che ruota intorno allo slogan “No Researchers? No Party”: un evento unico per conoscere meglio i ricercatori e la loro attività, ma anche una festa. Il progetto approvato quest’anno dalla Commissione europea s’intitola infatti “RE-Party”: Researchers’ Evening on Party.

L’evento è pensato come una grande festa della ricerca che coinvolgerà il pubblico di tutte le età con attività sperimentali e divulgative e in cui la partecipazione diretta sarà la parola d’ordine. Prima novità di quest’anno, l’allargamento del partenariato del progetto, composto da tutte le Università piemontesi (Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università di Scienze Gastronomiche), l’Associazione Centro Scienza Onlus, Creativa Impresa di Comunicazione e Unioncamere Piemonte come coordinatore. La Notte dei Ricercatori incrementa così l’interesse delle istituzioni locali, delle imprese e dei centri ricerca del territorio (circa 60): un aumento di interesse, che, tra l’altro, permetterà quest’anno di portare in piazza le attività della Notte anche a Cuneo. Conferma l’attenzione per l’iniziativa la Compagnia di San Paolo, per il terzo anno partner sostenitore dell’evento. La Notte 2009 vede anche il contributo della Fondazione CRT e il supporto di numerosi soggetti istituzionali tra cui Regione Piemonte, Regione Valle d’Aosta, Province, Comuni e Camere di commercio delle città sedi della Notte. È stato potenziato il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado tramite l’Ufficio scolastico regionale che ha concesso il patrocinio all’evento.
Moltissimi gli esperimenti e le attività per la prima volta in piazza, con un aumento del numero complessivo (più di 100 in tutto) delle dimostrazioni aperte ad un pubblico che lo scorso anno ha toccato le 12.000 presenze.

I visitatori saranno guidati nel mondo dei ricercatori attraverso cinque percorsi tematici: Experiencing Science (dimostrazioni per “toccare con mano” l’attività dei ricercatori), Playing and Interacting with Science (attività ludiche per entrare in contatto con la scienza attraverso il gioco), Testing Prototypes (per capire come funzionano le applicazioni scientifiche più avanzate), Getting fun and Entertainments (momenti in cui la scienza si incontra con l’arte, il teatro, il divertimento), Debating Reserchers (incontri divulgativi con ricercatori e scienziati). Musei, Dipartimenti universitari e laboratori saranno aperti al pubblico fino a tarda notte con incontri, visite guidate e attività specifiche pensate per avvicinare la ricerca al grande pubblico.

Per informazioni sugli eventi Web: www.nottedeiricercatori.it

Link utili per la tua formazione powered by MasterIN.it


Scrivi un commento