CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Erasmo in crescita

31 ott 2008 Nessun commento
Erasmo-in-crescita

L’Erasmus è partito in sordina poco più di 20 anni fa, ma ormai costituisce una realtà solida nel programma formativo internazionale.

Nel corso dell’ultimo anno accademico, il numero di studenti che hanno aderito al progetto ha raggiunto quota 159.034, contro i 154.421 studenti viaggiatori del 2005/06.

Quindi con una crescita del 3,2% sull’anno precedente.

E pensare che nel corso del 1987 erano appena 3.244 i giovani che avevano lasciato il proprio paese per trascorrere un periodo di studi oltrefrontiera.

Per quanto riguarda il nostro paese, sono stati 17.195 i giovani che si sono spostati nel corso dell’ultimo anno, un dato superiore del 4,9% rispetto a quanto fatto registrare nel 2006 (16.389 adesioni).

Un’accelerazione che ha consentito al nostro paese di piazzarsi al quarto posto e tenere a distanza la Polonia, quinta in graduatoria con 11.219 giovani oltreconfine.

Gli studenti più interessati all’Erasmus sono quelli che studiano nelle regioni del Nord (8.771, con i milanesi davanti a bolognesi e torinesi), davanti al Centro (5.157, con i residenti in provincia di Roma che staccano nettamente fiorentini e perugini), con il Mezzogiorno in coda (3.267, con Napoli che precede Cagliari e Palermo).

La meta preferita dagli studenti italiani è la Spagna: nel paese iberico si sono recati nell’ultimo anno considerato dalla ricerca 6.350 universitari (il 37% del totale).

I gradini bassi del podio spettano a Francia (2.687) e Germania (1.708), con la Gran Bretagna quarta (1.326). Seguono il Portogallo (789), l’Olanda (630), il Belgio (600), la Svezia (468), la Finlandia (392) e la Danimarca (363).

Il successo della Spagna non si spiega solo con il crescente interesse per le grandi città della penisola iberica, ma anche con la vicinanza tra i due sistemi universitari, che rende più agevole l’interscambio tra gli atenei e le procedure di reciproco riconoscimento dei risultati conseguiti.

A livello internazionale, gli studenti che hanno mostrato il maggiore interesse per l’Erasmus sono quelli dell’area economica, davanti alla classe di lingue e filologia e a quella delle scienze sociali. Il tempo passato all’estero si è attestato a quota 6,5 mesi, in linea con gli anni precedenti.


Scrivi un commento