CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Nel 2012 buone prospettive per i neolaureati

07 lug 2012 Nessun commento
Nel-2012-buone-prospettive-per-i-neolaureati

Tra statistiche scoraggianti e indagini dall’esito già scritto, spunta finalmente una voce fuori dal coro.  E, considerando che si parla di occupazione giovanile, siamo di fronte a una voce piuttosto sorprendente. A quanto pare, il 2012 si rivelerà come un anno positivo per i neolaureati, che conosceranno maggiori possibilità lavorative e migliori retribuzioni rispetto al 2011.

Questo, almeno, è l’esito di una ricerca condotta da Careerbuilder.it su un campione di 100 aziende del nostro Paese. E’ vero: è solo un sondaggio che deve sottoporsi al verdetto dei fatti; tuttavia, di questi tempi, non può che infondere speranza in molti giovani che si accingono a entrare nel mondo del lavoro. Secondo la ricerca, in particolare, le organizzazioni più propense a reclutare neolaureati sono quelle appartenenti ai settori IT (49%), marketing (49%), business development (41%), assistenza clienti (38%) e vendite (32%).  Sono richieste soprattutto capacità di project management, capacità di ricerca e conoscenza delle lingue straniere. Pare, dunque, che i datori di lavoro siano sempre più propensi a investire in nuovi talenti per le posizioni chiave delle proprie aziende. Non solo: in certi casi, sono disposti ad aumentare il primo stipendio offerto. Addirittura, si prospetta un aumento medio del 25% per quanto riguarda il primo salario.

Naturalmente la concorrenza è tanta; dunque, è necessario giocarsi al meglio le proprie carte. In questo senso, non bisogna trascurare l’importanza di un buon curriculum, all’interno del quale devono essere indicate tutte le esperienze svolte, anche quelle all’apparenza meno significative o ritenute ancora legate al periodo di formazione accademica. Importante è, ovviamente, l’atteggiamento tenuto durante il colloquio, mentre risulta sempre più decisiva la capacità di muoversi all’interno del mondo social: conoscenza del web 2.0 e “presenza” al suo interno costituiscono certamente dei punti a favore del candidato.


Scrivi un commento