CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Il futuro delle donne è nelle tecnologie informatiche

02 giu 2012 Nessun commento
Il-futuro-delle-donne-e-nelle-tecnologie-informatiche

Sono ancora poche le donne che scelgono studi in area informatica e tecnologica, eppure sono richiestissime dal mercato, raggiungendo livelli di piena occupazione in Veneto e dell’80% nel resto della penisola a tre anni dalla laurea magistrale. Anche i livelli di reddito sono medio alti, superando la media nazionale; è ancora una volta il Veneto la regione in cui le donne laureate in informatica guadagnano di più.

Sono questi i risultati dello studio “Donne e tecnologie informatiche”, condotto dal Dipartimento di scienze ambientali, informatica e statistica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e promosso dalla Commissione Pari Opportunità della Regione Veneto. La disparità di genere è ancora presente in ingresso, dove il numero delle donne immatricolate è di gran lunga inferiore a quello dei maschi, ma non in uscita; la donne che lavorano in ambito tecnologico raggiungono, infatti, risultati migliori rispetto alle colleghe impiegate in altre professioni ed in qualche caso anche rispetto ai colleghi maschi.

“E’ possibile ridurre la disparità - sostiene Agostino Cortesi, docente di Ca’ Foscari alla guida del gruppo di ricerca – intervenendo con maggiore efficacia nell’orientamento alla scelta del percorso universitario e smentendo stereotipi di tipo culturale secondo i quali questo tipo di studi non sono adatti alle donne. Il tema è peraltro di grande attualità: ridurre il gender gap in un’area strategica come quella delle ICT può costituire una grande opportunità di crescita, sia sociale che economica, sulla quale in momenti di grande incertezza e ripensamento come quelli che viviamo vale la pena di investire con decisione”.

E’ importantissimo, pertanto, intervenire sulla fase di orientamento agli studi, incoraggiando le ragazze ad iscriversi ad aree scientifiche ed informatiche. Le tecnologie informatiche ed il mondo del web, infatti, hanno un forte potenziale di trasformazione in termini di occupazione per le donne.


Scrivi un commento