CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

MBA: il master per una carriera da manager

04 mag 2012 Nessun commento
MBA: il master per una carriera da manager

Chi decide di proseguire la propria formazione dopo la laurea sempre più spesso sceglie di puntare su un MBA o Master in Business Administration, cioè un Master post laurea a tutti gli effetti. La particolarità di questo percorso è di essere riservato, nella maggior parte dei casi, a coloro che possono vantare già almeno tre o cinque anni di esperienza lavorativa e in questo caso si parla di executive MBA.

Di recente hanno iniziato però a diffondersi anche MBA aperti ai neo laureati, anche se con criteri di ammissione molto selettivi. Quando si sceglie di affidarsi a un percorso del genere occorre innanzitutto decidere la modalità del programma: full time, part time o distance learning.

Il primo programma è consigliabile per persone che vogliono cambiare percorso professionale o assumere un ruolo manageriale internazionale, con un’età inferiore ai trent’anni e la possibilità di sospendere l’attività lavorativa per 12,18 o 24 mesi da dedicare allo studio. Le ultime due formule sono invece consigliabili per persone che non vogliono lasciare il proprio lavoro per un periodo prolungato e che intendono restare nella propria azienda attuale con una progressione di carriera lineare.In genere, per presentare domanda, oltre alla laurea, è necessario essere in possesso di certificazioni che accertino la conoscenza della lingua inglese, come il Gmat.

Scegliere questo tipo di percorso significa poter approfondire i temi chiave del management, entrare a far parte di un’aula di alto profilo professionale e culturale e entrare in contatto con realtà aziendali importanti e qualificate, oltre ad avere la possibilità di accelerare in pochi mesi il proprio percorso di carriera aprendo nuove opportunità di business e aumentando quasi per certo il proprio stipendio.

Nella scelta dell’MBA, bisogna poi fare attenzione ad affidarsi alla business school giusta. L’offerta formativa è infatti molto ampia e variegata e le scuole che erogano questo tipo di corsi non sono tutte uguali perché le loro proposte possono variare molto per struttura e soprattutto possibilità di carriera. Una ricerca attenta è il passo fondamentale per riuscire a trovare quella più adatta alle proprie esigenze.

Esistono alcuni siti che permettono di orientarsi al meglio nella scelta, per chi, ad esempio, vuole valutare l’opportunità di frequentare un MBA all’estero è possibile consultare il sito TopMBA.com che conduce ogni anno delle indagini sulle business school, pubblicando ricerche annuali che possono aiutare a compiere una scelta informata. Esistono inoltre associazioni che certificano la qualità dei corsi, come l’Equis (European quality improvement system) e l’Amba (Association of Mbas).
Alcuni organi di stampa stilano inoltre classifiche annuali sugli MBA di tutto il mondo. I parametri utilizzati nelle analisi sono diversi, ma al primo posto c’è il rapporto tra il costo e l’aumento dello stipendio del manager che lo ha frequentato.

Tra gli altri criteri di valutazione rientrano la qualità delle materie e delle strutture che le business school mettono a disposizione dell’utenza, la qualità del corpo docenti e dei tutor, ma anche il patrimonio relazionale degli istituti che erogano gli MBA con particolare riferimento ai rapporti con le più importanti realtà industriali internazionali. Tra le classifiche da segnalare quella del Financial Times, o i sondaggi di Forbes, Wall Street Journal e Businessweek.

Per chi è intenzionato a frequentare un MBA all’estero, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna offrono alcuni tra i migliori MBA, come quelli proposti dalla Columbia Business School di New York o dalla London Business School.
Non sono da meno però anche la Ie Business school di Madrid che propone un MBA settimanale e uno quindicinale e la francese Hec Paris Downtown che offre uno dei migliori MBA del mondo.


Scrivi un commento