CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Le diverse tipologie di master

15 mar 2011 Nessun commento
02A12BK3

I Master svolti nelle principali città italiane sono i più conosciuti, ma molti istituti presenti su tutto il territorio nazionale propongono un’altrettanta vasta scelta di proposte didattiche valide.  Le specializzazioni in marketing, comunicazione, diritto o amministrazione sono quelle più diffuse, ma molto ricercati sono anche gli Mba (Master in business administration), rivolti a laureati con esperienza lavorativa che vogliono specializzarsi in organizzazione e gestione d’impresa.

Il Master è un corso post laurea offerto da Università, Business School, Enti di Formazione o associazioni professionali. Più nello specifico si tratta di un corso di studi che viene proposto a chi è laureato, anche presso istituzioni internazionali, e in alcuni casi, come negli Mba (Master in business administration), è in possesso di un’esperienza di lavoro di almeno tre anni.

I più diffusi sono quelli destinati ai neolaureati, che, attraverso il corso, possono acquisire le competenze specialistiche necessarie per affrontare il mondo del lavoro e che la formazione universitaria spesso non fornisce. I Master universitari solitamente seguono il calendario accademico e sono articolati secondo un percorso specifico, finalizzato al rilascio di crediti formativi universitari utili per partecipare a un concorso o conseguire una seconda laurea, mentre quelli privati sono lasciati alla discrezionalità del proponente e vengono spalmati nel corso dell’anno. I primi consentono di ottenere almeno 60 crediti formativi e si dividono in Master di primo livello e di secondo livello. Ai primi si accede dopo aver conseguito la laurea triennale, mentre per poter accedere ai secondi, occorre essere in possesso di una laurea specialistica o di vecchio ordinamento.
Per quanto riguarda i Master non universitari, questi sono organizzati da strutture private e sono rivolti a laureati e laureandi che possiedano un’adeguata preparazione di base sull’argomento trattato, ma in alcuni casi, una solida esperienza professionale maturata nell’ambito di riferimento, può rivelarsi sufficiente per potervi accedere.

In entrambi i casi è prevista una solida preparazione teorica, solitamente accompagnata da esperienze di laboratorio, project work, testimonianze di manager aziendali e da uno stage conclusivo presso un’azienda partner dell’ente organizzatore. Un tratto comune ai Master per neolaureati è l’eterogeneità dei partecipanti: sono cioè ammessi al corso candidati provenienti da qualsiasi facoltà. Questo perché  proprio tramite il Master si acquisiscono le competenze specialistiche che nessun percorso di laurea possiede, utilizzando la mescolanza come un elemento di arricchimento culturale reciproco.

Il Master executive si sviluppa secondo una logica diversa, focalizzando la propria attenzione su un target preciso di partecipanti: coloro cioè che hanno già maturato un’esperienza di lavoro per un minimo di tre o cinque anni. L’intento è di poter contare su classi omogenee, in modo da avviare il programma di studi già da una fase avanzata. Infatti essendo scontata la conoscenza delle nozioni basilari di una determinata materia, il corso è improntato su un approccio specialistico. Solitamente le fasi di laboratorio trovano meno spazio all’interno di questi percorsi, a vantaggio di workshop tematici di approfondimento e seminari di ampliamento delle competenze.


Scrivi un commento