CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Tirocini al Ministero dell’Economia e delle Finanze

23 feb 2011 Nessun commento
Tirocini-al-Ministero-dell-Economia-e-delle-Finanze

Dalla collaborazione tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e le Università italiane, con il supporto della Fondazione CRUI in qualità di gestore organizzativo è nato il “Programma di tirocinio Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato – Università Italiane”.
Il programma mira ad porre in collegamento mondo accademico e mondo del lavoro offrendo a laureati e laureandi la possibilità di svolgere 65 tirocini presso il Ministero nel settore delle politiche di bilancio e di finanza pubblica. I tirocini hanno l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti una conoscenza diretta delle attività svolte dal Ministero, per completare il percorso universitario dello studente ed agevolarne le scelte professionali. Ai tirocinanti sarà corrisposto un rimborso spese sotto forma di borsa di studio calcolato per ogni giorno di presenza in ufficio.

I tirocini formativi sono aperti a neolaureati e laureandi di primo livello, di laurea specialistica o magistrale e di vecchio ordinamento delle Università che aderiscono al programma e che abbiano conseguito la laurea o siano iscritti ad un corso di laurea in ambito economico, giuridico, politico-sociale, umanistico ed informatico. Le sedi di svolgimento dei tirocini sono dislocate in tutta Italia, con una ampia prevalenza del centro (32 posti) e del sud (25 posti). Lo stage durerà 4 mesi e c’è la possibilità di una proroga per ulteriori due mesi. Si parte il 9 maggio 2011.

Tra i requisiti richiesti ci sono:

  • l’aver conseguito la laurea da non più di diciotto mesi;
  • non aver compiuto i 26 anni di età per i laureati di primo livello ed i 29 anni di età per i laureati di laurea specialistica o magistrale o di vecchio ordinamento;
  • l’aver riportato una votazione di laurea non inferiore ai 103/110;
  • la conoscenza di una lingua straniera secondo quanto richiesto dal bando.

Per i laureandi sono previsti requisiti particolari:

  • l’aver conseguito il numero di crediti specificati dal bando per coloro che siano iscritti ad una laurea specialistica o magistrale o l’aver superato almeno il 70% degli esami per gli iscritti alle lauree di vecchio ordinamento;
  • una media di valutazione agli esami non inferiore a 26/30.

Scrivi un commento