CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Architetti al servizio dell’ambiente

03 ott 2008 Nessun commento
architetti-ambiente

L’ambiente è uno dei filoni a maggior sviluppo nel campo del business. Da una parte c’è la crescente attenzione dei consumatori verso la problematica dell’inquinamento, dall’altra la necessità condivisa di ridurre i consumi per far fronte all’impennata energetica.

Questo sta creando opportunità di lavoro nell’architettura a basso impatto ambientale. All’interno di aziende edili e di Facility Manager, l’architetto esperto in ambiente progetta i manufatti edilizi in modo da massimizzare l’approvvigionamento di calore naturale e minimizzare gli sprechi.

Per svolgere la professione sono necessarie competenze tecniche e una grande capacità di programmazione.

Il design sposa l’etica

L’ecodesigner è un architetto “etico” che preferisce rinunciare ai materiali tradizionali per puntare sui frutti del riciclo. Perché un prodotto – è la convinzione di chi opera nel settore – non muore al termine del primo stadio di vita. Al contrario può continuare a vivere, reincarnadosi in uno nuovo che rispetta l’ambiente.

E allora spazio a cucine in cartone riciclato, sedie ergonomiche ricavate dalla plastica abbandonata da qualche cittadino imprudente, ma anche eco-dimore realizzate con materiali naturali come legno, gesso, canapa, sughero e cellulosa. Non sono solo le aziende a puntare su queste figure professionali.

Anche la Pubblica Amministrazione mostra un interesse crescente verso l’ecodesign e spesso li chiama come consulenti per sviluppare progetti innovativi. Merito soprattutto delle normative europee, che negli ultimi anni hanno imposto alle istituzioni comunitarie l’adozione di quantitativi significativi di materiale riutilizzato.


Scrivi un commento