CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Professioni al passo con il Web 2.0

21 set 2010 Nessun commento
Fabio Palozza

Fabio Palozza è responsabile tecnico di Juniper Networks Italia. A lui abbiamo chiesto di fare il punto sull’evoluzione della professione.

D: Come è cambiato il profilo del cso rispetto a qualche anno fa?

R:  In un mondo sempre più orientato alla condivisione delle informazioni, l’avvento del Web 2.0 dei social networks e la tendenza del business verso un mondo aperto e globale generano opportunità, ma anche rischi. Per questi motivi la sicurezza It riveste sempre più un ruolo strategico nelle aziende e va inteso in modo dinamico, in linea con l’evoluzione del mercato e delle necessità. Proteggere la propria infrastruttura It significa proteggere il proprio business.

D: Quali competenze vengono ricercate in un giovane fresco di laurea che vuole avvicinarsi a questa professione?

R: Innanzitutto una   visione completa della Sicurezza informatica che comprenda sia competenze di rete che applicative, vista la complessità degli attacchi che oggi ogni azienda deve essere in grado di affrontare. Dal punto di vista squisitamente tecnico, le competenze richieste consistono nel saper sfruttare al massimo le nuove tecnologie, non solo relativamente all’evoluzione delle tecniche di firewalling, ovvero la protezione da accessi indesiderati alle proprie risorse interne, ma anche in termini di servizi di antispam al fine di evitare posta indesiderata e pericolosa, servizi di antispyware per prevenire intrusioni nella rete aziendale e furti di identità, funzioni di content filtering per impedire o limitare l’accesso a siti non business-critical, oltre a servizi di antivirus e protezione applicativa.

D: Quali sono le qualità personali più apprezzate dai selezionatori?

R:  Ampiezza di vedute, visione globale sul ruolo della sicurezza come strumento e asset strategico per l’azienda stessa sono qualità strategiche per essere considerati un Cso preparato.  La competenza tecnica, con un forte focus sugli impatti rilevanti per il business day-by-day, la capacità di lavorare in condizioni di stress e la disponibilità (ma soprattutto la “curiosità e la voglia”) di essere costantemente aggiornati e a seguire l’evoluzione del mercato ne fanno un profilo estremamente completo.


Scrivi un commento