CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Ict, un mercato del lavoro in crescita

27 mar 2008 Nessun commento
ICT, un mercato del lavoro in crescita

 

I venti di crisi del cambio di secolo sembrano ormai un ricordo sbiadito. Il settore dell’Ict e delle telecomunicazioni ha ripreso a correre e, ormai da qualche anno, viaggia con il vento in poppa anche in Italia. Le aziende che hanno resistito alla sbornia della New Economy hanno ripreso a fare recruiting e nei prossimi tre anni è previsto un incremento della forza lavoro nell’ordine del 15% (fonte Federcomin).

Un buon viatico per chi si sta laureando e presto si troverà a fare i conti con il mondo del lavoro. Che, è bene ricordarlo, non è mai facile per chi si trova alle prime armi. La concorrenza non manca, per cui diventa fondamentale proporsi alle aziende con un “quid” in più fatto di capacità e specializzazioni che consenta di spiccare tra i tanti curricula. Anche perché, con una velocità doppia rispetto ai settori tradizionali, l’Ict cambia volto, evolve e richiede competenze sempre più specialistiche. Questo spiega l’ampia offerta formativa nel settore, che spazia dal mondo dei software agli hardware, dalla programmazione ai New Media.

Il lavoro inizia con la tesi
Internetworking, reti di calcolatori e linguaggio Java sono il pane quotidiano di chi lavora nella programmazione. E sono anche le materie di studio al Cisco Academy Trading Center, concepito con l’obiettivo di insegnare agli studenti a progettare, costruire e mantenere reti di dimensioni piccolo-medie. Il corso è organizzato dal Consel-Consorzio Elis di Roma e strutturato attraverso un percorso focalizzato soprattutto sull’apprendimento a distanza.

Lo stesso ente organizza anche un corso in Junior Consulting, destinato a laureandi di secondo livello in discipline tecniche ed economiche. Il percorso prevede di svolgere una tesi di laurea attraverso lo sviluppo di un progetto aziendale commissionato da una delle società del consorzio. Un modo per entrare subito a contatto con la realtà aziendale e costruirsi magari i primi contatti per un successivo impiego.
A Roma opera anche CPI Progetti, che promuove un Master in Software Developer for Distributed Architecture, destinato a quanti vogliono costruirsi una professionalità nella programmazione informatica. Così, tra i temi oggetto di studio ci sono: l’uso delle tecnologie informatiche nelle organizzazioni; gli aspetti economici dell’It; i concetti basilari della New Economy e del Project Management; le tecniche di comunicazione; i metodi e i processi di comunicazione, solo per citare i più importanti.

Le tecnologie dell’informazione
L’evoluzione dell’IpTV è indicativa della nuova direzione verso cui si dirige il mondo dell’informazione. Internet è il modello emergente nella trasmissione delle notizie e, presto o tardi, per la Rete passeranno tutte le comunicazioni oggi sparse tra stampa, televisione generalista e radio. Cavalcando questo scenario, il Cefriel di Milano organizza un Master in Tecnologia dell’Informazione destinato a chi punta a un lavoro da manager dell’innovazione presso piccole e medie imprese o strutture della Pubblica Amministrazione.

Il taglio pratico del programma formativo è dimostrato dal modello organizzativo prescelto: il corso si svolge per il 30% in aula, con approfondimenti monografici tenuti da docenti universitari, e per il restante 70% in laboratorio, con una suddivisione per indirizzi di specializzazione. Ciascun partecipante è affiancato da un tutor che ne segue l’attività di laboratorio giorno per giorno e un mentore che lo assiste nella formulazione dei piani di studio e nella stesura della tesi di Master.
Le nuove frontiere della comunicazione hanno bisogno di docenti specializzati ed è per questo motivo che l’Università di Ferrara ha deciso di promuovere un Corso in Tecnico Multimediale per la Comunicazione Didattica, un professionista in grado di combinare conoscenze tecniche legate alle nuove tecnologie con una propensione al trasferimento delle conoscenze. Il corso si svolge in modalità e-learning: lo studente prepara gli esami con il supporto di videolezioni, unità testuali, test formativi e forum.

A cavallo tra nuove tecnologie e finanza si colloca, infine, il Corso di Specializzazione in Ict e Organizzazione finanziaria promosso dall’Istao di Ancona. Un percorso formativo che si propone di aprire le porte del mondo del lavoro all’interno di istituti di credito, società di intermediazione finanziaria, oltre che società di consulenza, area finanza delle imprese, centri di studio e ricerca e organismi internazionali. L’ampiezza delle possibilità occupazionali spiega anche le caratteristiche del percorso di studi, dove approfondimenti tecnici e di scenario convivono fianco a fianco. Le prime settimane sono dedicate a una panoramica sull’analisi dei mercati finanziari e sulla comunicazione, per poi passare approfondimenti sulle soluzioni Ict per il settore, alla gestione dell’attività bancaria, sino a redigere un vero e proprio business plan con tanto di valutazione dell’investimento potenziale. Complessivamente il corso dura sei mesi, con 800 ore di attività didattiche, di cui 320 riservate agli stage in azienda. Il finanziamento da parte del FSE-Regione Marche copre l’intero costo, consentendo così la partecipazione gratuita ai 15 ammessi.


Scrivi un commento