CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Comunicare gastronomia ed enologia

06 ago 2010 Nessun commento
gastronomia-enologia

L’impresa di unire le professioni di manager, comunicatore e gastronomo in una è stata raccolta da qualche anno dall’Università di Scienze gastronomiche fondata da Slow Food con due sedi (in Piemonte a Pollenzo e in Emilia-Romagna a Colorno): è dal 2004, infatti, che l’università cerca di formare manager e divulgatori di un cibo che sia buono, pulito e sano, così come vuole il movimento guidato da Carlo Petrini.

La sesta edizione del Master Internazionale di primo livello in Food culture and communications si svolgerà nella sede di Colorno e partirà a marzo 2011: un anno di lezioni in inglese, con esercitazioni, degustazioni, viaggi didattici in Italia, Francia, Spagna, Grecia e Croazia.

Il master è un vero e proprio punto di riferimento per chiunque voglia dedicare la propria attenzione a conoscere la gastronomia e l’enologia mediterranee e farne una vera e propria professione. La didattica è affidata a professori universitari, studiosi del settore sia a livello nazionale che a livello internazionale e giornalisti; proprio la presenza di quest’ultima categoria tra i docenti dimostra la vocazione del corso a creare non solo gourmet superspecializzati, ma a fornire gli elementi per pianificare strategie di vendita e comunicazione.

Tra le materie di studio molte sono dedicate al settore comunicazione: semiotica, teoria e tecnica della fotografia, information technology, scrittura e giornalismo enogastronomico. A conclusione di nove mesi di lezioni e viaggi alla scoperta dei sapori mediterranei, gli studenti affronteranno uno stage formativo adatto alle proprie competenze ed interessi, lavorando dalle sei alle otto settimane in aziende o associazioni, italiane o estere, legate alla produzione alimentare e al turismo.

Il Master inizierà il 9 marzo 2011 ed avrà una disponibilità di 10 posti. Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro il 30 settembre 2010. Maggiori informazioni potranno essere reperite sul sito dell’università di scienze gastronomiche.


Scrivi un commento