CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Il no-profit ricerca manager per la gestione del sociale

12 apr 2010 Nessun commento
manager-gestione-del-sociale

A caccia di professionisti specializzati, il no-profit offre opportunità d’impiego per i giovani laureati anche in tempo di crisi. Cresce inoltre il fabbisogno di professionisti in grado di utilizzare internet e i New media al servizio delle più moderne tecniche di Fundraising. Così nascono gli esperti di aste benefiche online, di Pixel Fundraising (campagne in cui i donatori possono contribuire a finanziare progetti acquistando i pixel di una pagina web), e così via fino ai meno noti Buzz Manager o esperti di marketing virale con il compito di divulgare una campagna all’interno di blog personalizzati oppure social network già esistenti come Facebook, Twitter o Myspace. Il no-profit si afferma come uno dei pochi settori in crescita in Italia; le professionalità più gettonate sono Fundraiser, Project Manager della cooperazione, Manager di rete e delle campagne.

Un percorso per i manager del no-profit
La Lumsa organizza a Palermo il Master in Management dell’impresa no-profit con l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti il giusto approccio per il funzionamento delle organizzazioni no-profit, coniugando l’aspetto economico gestionale, prevalente nelle imprese, con la necessità di svolgere la propria missione sociale. Il percorso, che mira a fornire conoscenze di management, organizzazione e contabilità, è destinato a laureati di primo e secondo livello in discipline sociali, psicologiche ed economico-giuridiche interessati ad acquisire competenze specifiche in un settore in forte crescita sia in Italia che nel resto d’Europa.

In particolare, il Master mira a formare dirigenti e quadri di sindacati e associazioni di categoria, nonché funzionari e operatori di Onlus, ONG, associazionismo, cooperazione sociale e cooperazione internazionale.

Il futuro Manager dell´impresa no-profit deve possedere competenze in grado di governare la specificità operativa e gestionale delle organizzazioni non lucrative, garantendo le condizioni di efficienza economica e finanziaria che qualunque impresa deve rispettare. In particolare, deve essere in grado di progettare l’assetto dell´organizzazione coerentemente con la mission del no-profit, individuando i corretti canali di finanziamento, nel rispetto dei vincoli di bilancio e di mercato esistenti.

I requisiti di accesso al corso sono il possesso della laurea triennale, specialistica e magistrale di nuovo ordinamento o laurea di vecchio ordinamento o altro titolo di studio, anche conseguito all´estero, riconosciuto equipollente. Il percorso formativo è aperto a un massimo di 50 partecipanti e prevede 1500 ore complessive di formazione suddivise in lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, studio individuale, coaching, verifiche scritte al termine di ciascun modulo e discussione di progetto finale.

Nello specifico, il Master è articolato in nove aree disciplinari e due laboratori tematici che permettono l´esplorazione delle specificità del no-profit. Il costo del Master ammonta a 3.300 € pagabili in quattro rate. Per conseguire l’attestato finale di Master universitario di I livello in Management dell´impresa no-profit è necessaria una frequenza non inferiore al 75% delle lezioni complessive e il superamento di una prova finale. Al termine del corso è previsto uno stage da svolgersi presso organizzazioni, aziende, enti convenzionati con l´università e in rapporto di partnership con CIFORMA.

Sviluppare il no-profit
La SDA Bocconi organizza a Milano il Master in Management delle imprese sociali, no-profit e cooperative (NP&COOP). Il corso si pone a completamento dell’obiettivo della Bocconi di qualificare in maniera innovativa l’offerta di formazione a livello manageriale ed è rivolto a persone che aspirano a diventare Manager sociali per contribuire con competenza e serietà a realizzare una nuova cultura di governo e di gestione delle aziende no-profit, cooperative e delle imprese sociali.

Punto di partenza del Master è la convinzione che le imprese sociali, tra cui associazioni, cooperative, fondazioni di origine bancaria e di diritto civile, organizzazioni non governative e comitati, rappresentino il nuovo motore del progresso economico e sociale del Paese in quanto in grado di fornire risposte concrete ai bisogni e ai problemi di una società sempre più eterogenea e in fase di cambiamento.

Al fine, quindi, di consolidare il ruolo economico delle imprese sociali nel sistema Italia c’è bisogno di un numero qualificato di manager dotati non solo di volontà ed entusiasmo ma anche di adeguate capacità e competenze economico-gestionali. Il corso è strutturato sul metodo del “learning by doing”, con frequenza part time di lezioni in aula e attività di stage finale. La quota di partecipazione ammonta a 12.500 €.


Scrivi un commento