CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Opportunità professionali: è il momento dei venditori

05 mag 2009 Nessun commento
venditori

“Quando il gioco si fa duro… è il momento dei venditori” si potrebbe dire parafrasando una celebre frase di John Belushi.
Il tema è la ricerca di professionisti capaci di non far perdere colpi alle aziende anche in presenza di un contesto difficile.

Così, in una situazione difficile come quella attuale, le professioni legate alle vendite tornano in pole position. Perché qualsiasi impresa ha la necessità di comunicare con forza la propria offerta e di non perdere quote di mercato.
In attesa di una ripresa a cui necessario farsi trovare preparati.

Buyer e impiegati commerciali al top
Le figure principali di questa nuova stagione sono il buyer e l’impiegato commerciale, come emerge da una ricerca Page Personnel. Il buyer è una figura centrale nell’ambito delle vendite: è il professionista a cui viene affidata un’area merceologica, con responsabilità totale. È lui a rapportarsi direttamente con i fornitori, a dialogare con le aziende produttrici, a pianificare gli assortimenti e decidere le promozioni. Il suo lavoro si conclude con una verifica delle performance realizzate dai vari prodotti, in termini di vendite e margini assicurati all’azienda.

Nella sua attività, il buyer si coordina con l’area commerciale e la logistica, per evitare mancanze o eccedenze di materie prime necessarie alla produzione. Impiegato soprattutto presso aziende industriali, questo professionista guadagna mediamente tra i 25 mila e i 30 mila euro lordi annui, con possibilità di arrotondare grazie ai premi legati ai risultati ottenuti.

Più orientata al lavoro di coordinamento è, invece, la figura di impiegato commerciale, che si occupa di sviluppare il mercato di riferimento. Il suo lavoro parte dell’elaborazione del preventivo, per poi proseguire con la proposta commerciale al potenziale cliente e l’eventuale stipula del contratto.

Solitamente l’impiegato commerciale gestisce in proprio alcuni rapporti con i clienti e i fornitori, collaborando con il buyer e altre figure impegnate nel settore vendite nella gestione degli ordini e degli agenti (quest’ultimo caso vale soprattutto nel caso di grandi aziende). Page Personnel considera fondamentale per esercitare questo lavoro la conoscenza della lingua inglese e, se possibile, almeno di un’altra lingua straniera. Lo stipendio medio base si aggira tra i 20 mila e i 22 mila euro.


Scrivi un commento