CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Specializzarsi al servizio della vita

19 nov 2007 Nessun commento
Specializzarsi al servizio della vita

Massima informazione e continuo aggiornamento. Questi fattori sono spesso indispensabili per creare e mantenere un rapporto eccellente tra operatore sanitario e paziente in campo medico-scientifico.
AISM – in collaborazione con la facoltà di Medicina dell’Università di Genova – propone un master universitario, erogato in forma e-learning, per assicurare un approccio corretto e uniforme alla sclerosi multipla.
Un master universitario dedicato a medici, infermieri e fisioterapisti che inizierà nel gennaio del 2008.

L’obiettivo è assicurare un approccio corretto e uniforme alla sclerosi multipla e fornire gli strumenti idonei per migliorare la qualità di vita delle persone affette da questa patologia. Si tratta di un’occasione formativa importante per coloro che lavorano nell’ambito delle neuroscienze e che sono interessati ad approfondire le tematiche relative al trattamento di pazienti con sclerosi multipla, ma anche per i professionisti che si affacciano per la prima volta verso lo studio di questa malattia.

Il programma – suddiviso in una parte generale e in due curricula specifici per infermieri e fisioterapisti – prevede argomenti e temi caratteristici dell’area medico-neurologica (patologia, fisiologia, genetica, epidemiologia, sintomi, farmaci, ricerca scientifica) e di altre aree quali psicologia nonché diritto del lavoro. Saranno affrontate moltissime tematiche relative a una presa in carico globale del paziente e a tutte le strategie e risorse per ottimizzare gli interventi riabilitativo-terapeutici.

Il master utilizzerà come metodo principale la FAD (formazione a distanza) attraverso una piattaforma e-learning. Il corso prevede anche una parte di lezioni in aula e lo svolgimento di un tirocinio pratico (presso la sede di lavoro del professionista o presso una struttura accreditata) e la discussione di una tesina finale. La quota di partecipazione per i partecipanti è di 2.500 euro, ma sono state stanziate diverse borse di studio. Il corso prevede un massimo di 50 allievi: in caso le domande di ammissione superassero i posti disponibili sarà effettuata una prova di selezione.

Il progetto è stato realizzato da AISM in collaborazione con la facoltà di Medicina dell’Università di Genova, con la SISM (Società Infermieri Sclerosi Multipla) e con Ggallery come partner tecnologico.

Sempre nel campo medico e psicologico l’Università di Bologna aprirà le porte del suo sistema e-learning a numerosi professionisti che desiderano approfondire il tema della prevenzione e il trattamento delle dipendenze patologiche: il corso inizierà nei primi mesi del 2008 e durerà per un anno intero.

Il master on-line intende formare degli operatori per la prevenzione e il trattamento delle dipendenze patologiche, e in particolare delle tossicodipendenze, nei settori pubblici e del privato sociale. L’allievo, che il master si prefigge di formare, deve essere capace di interagire con utenti affetti da dipendenze, di lavorare in equipe, di gestire gruppi socio-educativi, di collaborare alla creazione di gruppi di auto-aiuto, di operare nelle strutture deputate alla riabilitazione dalle dipendenze (comunità terapeutiche) e alla riduzione del danno, di lavorare in rete con altri servizi sociali. La figura sarà in grado di collaborare, con altri esperti, alla progettazione di interventi (di prevenzione, di cura e riduzione del danno) e capace di renderli operativi nella sua realtà lavorativa.

Il master è a numero chiuso ed è stato organizzato per ospitare al massimo 35 partecipanti che per accedere al corso dovranno possedere delle lauree specialistiche o di vecchio ordinamento, tra le quali: medicina, scienze della formazione, psicologia e sociologia. Il costo totale del corso è di 2.800 euro.

Per questo percorso oltre alle classiche lezioni frontali è prevista l’erogazione di una parte della didattica in formato e-learning e uno stage presso strutture convenzionate col dipartimento di scienze dell’educazione dell’università e deputate alla prevenzione e trattamento delle dipendenze patologiche.


Scrivi un commento