CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Figure professionali emergenti nel turismo

21 dic 2009 Nessun commento
figureemergentiturismo

Cambiano le mete, i gusti e la durata media delle vacanze. Il turismo è nel pieno di una profonda trasformazione per adeguarsi ai nuovi gusti dei consumatori, che sempre più optano per le permanenze brevi – magari scaglionate nel corso dell’anno – e chiedono servizi “slow”, dalla spa alla palestra. È inevitabile che questo nuovo scenario abbia impatto anche sulle professioni legate al turismo.

Un consulente per tutte le esigenze
Tra le figure emergenti va segnalato il Consulente del tempo libero. Si tratta di una figura presa in prestito dagli alberghi a 5 stelle, una sorta di guida turistica evoluta alla quale i turisti si rivolgono per ricevere dritte su tutto ciò che può offrire il contesto della località di villeggiatura: feste e sagre di paese, siti archeologici, ubicazione e orari dei musei, indirizzi di alberghi e centri commerciali. Un professionista al servizio di una clientela facoltosa, che deve mostrare abilità nelle relazioni sociali con i gestori di negozi e bellezze artistiche del territorio. Di solito il consulente del tempo libero arriva da una formazione in campo sociale o dei beni culturali e svolge questa attività durante i picchi turistici estivi, dedicandosi ad altre attività nel resto dell’anno.
La laurea in Economia del turismo è il percorso più gettonato da quanti mirano a una carriera come Animatori turistici. Non è indispensabile aver seguito un percorso specifico e nemmeno conseguire una laurea, ma l’offerta di giovani che puntano a questo settore è così ampia, che si crea una selezione naturale in base al percorso formativo seguito. Con l’esperienza può diventare anche un Capo team e in questo caso deve dimostrare capacità di coordinamento dei collaboratori e abilità nelle relazioni sociali.

Guide per musei e navi
Non è certamente una professione nuova, ma resta gettonata la Guida turistica, vale a dire il professionista che illustra a gruppi o turisti singoli opere d’arte e luoghi di interesse storico-artistico collocati in una determinata città. L’attività è svolta in genere in maniera autonoma per conto di agenzie di viaggi, tour operator o turisti. La guida deve avere una laurea in Lettere o Beni Culturali e una profonda conoscenza del territorio in cui opera, oltre a una propensione spiccata per le relazioni sociali e una capacità di public speaking. Molte Regioni, inoltre, hanno creato Albi delle Guide Turistiche, ai quali si accede dopo un tirocinio e relativo esame.
Sicuramente di nicchia, ma con una buona domanda è la figura di Armonizzatore di bordo. In sostanza un office manager che, anziché operare all’interno di uno studio professionale o di un ufficio, si muove sulle imbarcazioni da crociera. Solitamente si tratta di un dipendente inquadrato a livelli dirigenziali, che deve abbinare doti da organizzatore e competenze nel campo della formazione. Il suo lavoro si svolge a stretto contatto con i diversi segmenti di lavoratori a bordo: durante la navigazione l’armonizzatore individua i punti di frizione che possono essere migliorati e forma il personale sulle esigenze dei clienti.


Scrivi un commento