CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

Gli orientamenti lavorativi della Generazione Y

11 nov 2009 Nessun commento
Gli-orientamenti-lavorativi-della-Generazione-Y

I giovani italiani ambiscono a inserirsi in una grande azienda multinazionale, tecnologicamente evoluta che consenta loro di viaggiare e crescere professionalmente. Gli uomini sognano la libera professione, l’avvio di un’attività imprenditoriale, le donne sono più fedeli all’idea della grande azienda. Vogliono un ambiente di lavoro aperto, informale, in cui ci sia una relazione trasparente con il proprio capo e la possibilità di avere libero accesso a tutte le informazioni riguardanti l’azienda. Ma, soprattutto, a caratterizzarli è l’estrema focalizzazione sul presente. Concentrano i loro sforzi nel perseguimento di obiettivi a breve, brevissimo termine. Ammirano i genitori i quali, infatti, rappresentano, nell’immaginario dei giovani, un ideale di impegno e di disponibilità al sacrificio, un modello di approccio “etico” al lavoro del quale i giovani intervistati riconoscono il valore, ma che non sono disposti a fare proprio. Infatti, in relazione a questo punto, la ricerca ha evidenziato come l’approccio al lavoro di questa generazione sia orientato prevalentemente da investimenti nel breve-medio termine e dalla difesa/tutela dei propri interessi e valori. I giovani, insomma, non sono disposti agli stessi sacrifici perché non sono certi di veder ripagati nel lungo periodo i sacrifici di una vita.

Nei confronti di questo approccio, gli obiettivi e i valori dell’azienda hanno senso per i giovani solo se appaiono coerenti con le proprie aspirazioni: in caso contrario, gli intervistati si dimostrano spesso disposti a rimettersi in gioco, rinunciando anche alle certezze lavorative già acquisite per abbracciare nuove sfide che, magari, considerano più coerenti con i propri interessi, ma che, forse, presentano anche un maggior livello di incertezza.

Caratteristiche dei giovani della Generazione Y:

  • Nati negli Anni ‘80
  • Si pongono come “meri osservatori’’ dei fenomeni sociali a cui si adattano ed adeguano
  • Aggrappati alla rete
  • Cresciuti nell’era dell’Information & Communication Technology, di Internet, dell’I-Pod
  • Vivono le contraddizioni dell’inserirsi in un mercato del lavoro caratterizzato da lavori flessibili e precari
  • Vedono il lavoro non come valore assoluto ma condizionato ai propri bisogni
  • Non inseguono le raccomandazioni
  • Ambiscono ad inserirsi in una grande azienda multinazionale, tecnologicamente evoluta che consenta di viaggiare e crescere professionalmente
  • Desiderano un ambiente di lavoro aperto ed informale
  • Sono focalizzati sul presente e concentrano i propri sforzi nel perseguimento di obiettivi a breve termine

Scrivi un commento