CareerNews.it   |   CareerTv.it   |   CarrieraIn.it   |   FormazioneIn.it   |   MasterIn.it

La specializzazione per chi punta a una carriera internazionale

25 set 2009 Nessun commento
interpreti2

Atena sas Master Centre organizza a Messina il Master in Interpretariato per interpreti e traduttori parlamentari e organizzazioni internazionali con l’obiettivo di formare interpreti e traduttori professionisti destinati a lavorare questi enti. Il costo del master è di 20mila euro, ma prevede uno sconto di 10 mila euro per quanti opteranno durante per la combinazione linguistica inglese - italiano. Il corso è a numero chiuso per un massimo di dieci partecipanti, in possesso di laurea triennale, specialistica o vecchio ordinamento, con un’ottima conoscenza delle lingua inglese, francese o tedesca e delle tematiche internazionali.
I docenti sono professionisti Aiic (International association of conference interpreters), traduttori e interpreti parlamentari e professionisti del meeting industry, di procedure parlamentari, organizzazioni internazionali e integrazione europea. Momenti cruciali del percorso formativo sono il project work supportato da uno staff di docenti interpreti professionisti Aiic e lo stage presso il Parlamento Europeo previo superamento di una fase di selezione.

L’importanza delle lingue orientali
L’ICE (Istituto nazionale per il Commercio Estero) organizza a Venezia il Corso in Esperto d’internazionalizzazione d’impresa con Conoscenza di Lingue Orientali della durata di un anno, a tempo pieno e con frequenza obbligatoria. Il percorso formativo si articola in cinque mesi di lezioni d’aula, un mese di studio individuale, due mesi di stage in azienda e altrettanti di stage all’estero. Il master offre agli studenti venti borse di studio e fornisce una preparazione completa e competitiva sulla promozione del made in Italy nei mercati internazionali, in particolare Russia, Cina, India, Golfo e Bacino dl Mediterraneo. Per accedere è richiesto il possesso di una laurea triennale, specialistica o vecchio ordinamento, la cittadinanza europea, un’età massima di 32 anni, un’ottima conoscenza della lingua inglese e di una seconda lingua a scelta tra cinese, arabo, giapponese, russo, rumeno, polacco, turco, hindi, conoscenze informatiche di base e, infine, disoccupazione alla data d’inizio del corso.
Poiché l’export manager è il professionista che si occupa delle vendite all’estero di un’azienda, il suo compito sarà di conoscere i mercati nei quali andrà a operare, sviluppare i contatti dell’azienda con i potenziali clienti e documentarsi sugli strumenti che possono ottimizzare le esportazioni dell’azienda. Per questa sua proiezione verso l’estero, sono molto importanti una buona conoscenza  delle principali lingue dei mercati in cui si opera, spiccate doti di adattamento, di flessibilità e di negoziazione.


Scrivi un commento